Roman centra l’ obbiettivo top 10 in gara 1, coinvolto in una caduta in gara 2

Roman centra l’ obbiettivo top 10 in gara 1, coinvolto in una caduta in gara 2

Un fine settimana da protagonisti per i piloti Go Eleven, che però tornano a casa con il sacco mezzo vuoto.
Roman attacca subito dal venerdì mattina, poi cerca la costanza di rendimento, la pista presenta molte buche ed è scivolosa quindi importante lavorare in ottica gara.
Gara 1 ci vede subito lottare dentro la top ten, a dodici giri dalla fine sembra poter attaccare anche Fores ma lo pneumatico posteriore cede più del previsto, De Rosa è comunque troppo lontano per impensierirlo, così porta a casa una top ten molto importante.
Nel warm up il team prova un set up diverso per gara 2, risulta migliorativo, tanto da poter lottare per la settima posizione, ma al primo giro Roman viene coinvolto nella caduta di Russo, Riccardo scivola alla curva cinque tentando un sorpasso impossibile e coinvolge il nostro Roman Ramos, che incolpevole risale in sella, si ferma al box per riparare la moto, riparte e termina 15°. I meccanici sono stati Grandi.
Kazuki Watanabe si è trovato molto bene nei saliscendi della pista portoghese, il suo week end è stato in continua crescita, poi in gara ha chiesto troppo al suo anteriore e cade alla curva 3, ma questa domenica avrebbe avuto tutte le carte in regola per puntare alla top 10.
Gino Rea si conferma la kawasaki più veloce, ovviamente dopo quella di Kenan Sofuoglu, il lavoro lo porta sempre più vicino ai primi, in qualifica conquista la terza fila e lotta tutta la gara per la sesta posizione ma a tre giri dal termine succede il fattaccio, il semimanubrio destro ha un problema, purtroppo deve mollare, ma lui fa il miracolo e porta comunque la sua zx6r a fine gara conquistando due punti. Bottino misero per il valore espresso fino a quel momento.

Roman Ramos 40 (WSBK race 1; 10th): Abbiamo lottato tutto il fine settimana con problemi di grip e sinceramente pensavo di essere messo peggio per la gara, poi invece ho visto che anche gli altri non erano apposto e quindi ho provato a spingere fino a quando ho potuto, vedevo Fores davanti e volevo prenderlo ma il cedimento dello pneumatico posteriore non me l’ha permesso. Per noi era importante tornare subito in top ten.

Roman Ramos 40 (WSBK race 2; 15th):
Quando sono ripartito dopo la caduta ho capito che oggi andavamo forte, più del solito, ed è questo il rammarico più grande. Credo che Riccardo abbia esagerato, non si può buttare via tutto al primo giro, non so cosa volesse fare, è entrato dentro ad una velocità impossibile e quando ha toccato il cordolo con l anteriore è volato via centrando me. Sono molto dispiaciuto, il team aveva fatto un lavoro fantastico e poteva essere una domenica molto felice, invece…

Gino Rea 4 (WSS race; 14th.): Non ci posso credere a quello che è successo, davvero una sfortuna incredibile. Nel fine settimana abbiamo lavorato bene ed avevo un buon feeling, nell’ultima parte di gara mi ero accorto di avere più trazione rispetto a Zanetti e Caricasulo ed ero pronto a passarli, poi ho dovuto abbandonare…..Dobbiamo stringere i denti, prima o poi deve girare anche a nostro favore.

Kazuki Watanabe 26 (WSS race; rit): In questo fine settimana ho potuto conoscere le diverse facce della moto, sono riuscito ad essere più veloce in prova e potevamo fare una buona gara, mi dispiace per aver commesso un errore ed aver vanificato il lavoro di tutto il week end, ma torno a casa con molte cose positivo e sono fiducioso di poter fare un bel finale di stagione, come tutti noi meritiamo.

Denis Sacchetti (Team Manager):
Oggi sono un po’ arrabbiato e dispiaciuto, stiamo lavorando tanto, siamo competitivi in entrambe le categorie ed oggi specialmente potevamo raccogliere due bellissimi risultati, sia in Supersport che in Superbike, ma nulla…. sono certo però che la tenacia prima o poi ci ripagherà.
Il risultato di Roman in gara 1 ci dà morale, ne avevamo bisogno.
Abbiamo una grande squadra, e questo mi rende contento, siamo come una famiglia che lavora unita per inseguire quel sogno…. ora dobbiamo continuare su questa strada per raggiungerlo.